La Logistica come asset strategico per lo sviluppo: intervista a Thierry Conte di Sonepar Italia

La Logistica come asset strategico per lo sviluppo: intervista a Thierry Conte di Sonepar Italia

 Logistica significa Strategia

 Da sempre la logistica è al centro delle strategie al servizio del cliente

Il processo è completo!

Il processo per far funzionare una lampadina è dato da: un generatore, un sistema di trasporto dell’elettricità, una lampadina e una lampada, solo così potremo avere la luce!

E’ nota la frase di Edison quando lo intervistarono all'inaugurazione del funzionamento della sua lampadina, disse: “Ora sappiamo, 9.999 modi di come non costruire una lampadina”.

In azienda possiamo permetterci di fare così tanti errori?

Li facciamo comunque e vengono messi sotto il tappeto?

Impossibile non fare errori nella vita e a lavoro, anche se si impara più dagli errori che dalle cose uscite esatte al primo tentativo.

E’ notizia comune che le persone di “successo” non sono quelle che le hanno azzeccate tutte, ma quelle che hanno ripetutamente riprovato fino a trovare il giusto mix per realizzare quel prodotto e/o servizio.

La lampadina apparentemente è una cosa semplice: un bulbo di vetro, un filamento e una ghiera per avvitarla nel supporto. Fu l’esempio che il Direttore Logistica e Supplychain di Sonepar Italia mi disse: “Noi prendiamo pacchi, spostiamo pacchi, consegnamo pacchi, ci vengono restituiti pacchi” e si mise a sorridere!

Thierry Conte, alto slanciato, bella presenza, austero e ironico, da oltre 20 anni alle prese con le consegna di pacchi grandi e piccoli in tutt’Italia, mi corregge e dice che è meglio chiamarli “colli”, l’altro termine sa da azione scorretta!

Gestire decine di miglia di colli al giorno non è semplice e spesso è qui che si annidano i mal di pancia dei clienti. Del resto Amazon era famosa per le consegne a domicilio, i resi e le sostituzioni. Ora anche loro si sono dovuti arrendere all’evidenza, almeno in Italia, non garantiscono più una data certa e neppure il ritiro, se il collo ha poco valore, rimborsano o sostituiscono senza reso, anche se si entra a far parte di una “blacklist” e un algoritmo che ci seguirà, traccerà la ripetitività di questi nostri errori presunti e/o reali.

Ma veniamo a Kanban e al Kanban Method e rivolgendo alcune domande a Thierry Conte direttore logistica in Sonepar:

Silvio “Perché in logistica Kanban Method può essere così importante per migliorare le performance delle consegne?”

T.Conte “In logistica ci sono tre fattori chiave: la data di consegna della merce al cliente, il team di lavoro e il tracciamento del processo di consegna: gli ultimi due sono la chiave, per soddisfare il primo! Avere un modello di tracciamento dei colli è ormai banale in ogni magazzino c’è, anche se è sui problemi che si annidano dopo la consegna, tra resi, sostituzioni e riparazioni, che ci giochiamo il rapporto fiduciario con il nostro cliente. In questo noi siamo forti e vogliamo esserlo ancora di più e diventare i migliori!”

Silvio “Quindi come avete pensato di utilizzare il Kanban Method?”

T.Conte “Un tema sempre caldo nel rapporto di flusso tra Fornitore, la Distribuzione e il Cliente Finale è la merce che dopo essere stata acquistata può essere sostituita, riparata o in alcuni casi può mal funzionare. Qui iniziano una serie di verifiche di procedure e controlli, su chi ce l’ha restituito, sul prodotto, sull’eventuale riparazione e/o sostituzione; sui tempi necessari per tutto queste attività. E - come si sa bene - il tempo è denaro e soprattutto sui tempi ci si gioca la relazione con i nostri clienti.”

Silvio “Qual’è stata l’intuizione nell’utilizzare la Kanban Board?”

T.Conte “ Beh, per ricostruire dove ci sono i colli di bottiglia o i mal funzionamenti, bisogna prima visualizzare, tracciare, avere dati, numeri, sequenze, vedere come il lavoro fluisce e viene svolto indipendentemente da chi lo svolge; in tutto questo la Kanban Board è super!”

Silvio “Cosa avete fatto in concreto?”

T.Conte “Abbiamo preso dei casi concreti e li abbiamo tracciati, vedendo cosa accadeva, soprattutto abbiamo chiesto una grande mano ai nostri colleghi perché ci dessero informazioni e soprattutto suggerimenti per migliorare il processo attualmente adottato”

Silvio “E cosa è successo?”

T.Conte “Beh le persone, all’inizio erano preoccupate pensando di dover aumentare il lavoro o aumentasse il controllo sul loro lavorare, quando hanno compreso le finalità e la chiarezza del processo si sono dimostrate entusiaste nel collaborare e vedere che le cose miglioravano”.

Kanban Method fa migliorare il flusso dei processi, la relazione tra le persone diviene più trasparente e chiara, le regole diventano palesi e quindi le cose cominciano a fluire meglio.

I miglioramenti sono alla portata di tutti e tutti sono coinvolti.

Grazie alla Kanban Board!


Stampa   Email

Leggi anche