7 ingredienti per parlare in pubblico ed essere convincenti

7 ingredienti per parlare in pubblico ed essere convincenti

Il mio intento: condividere quello che ho imparato in questi anni.

La policromia delle variabili, degli stili, delle situazioni, genera - a volte - dubbi!

Molte persone che incontro mi chiedono di cercare di chiarire l'arte di parlare in pubblico ed essere convincenti. In sette brevi articoli cercherò di condividere quello che ho "capito", imparato, sperimentato e visto.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE e BUGIE

INTELLIGENZA ARTIFICIALE e BUGIE

Cosa sono le bugie? e Cos'è la verità?

C'è correlazione tra bugie e Coaching?

«Dilexit veritatem» («Amò la verità»)

Marc Léopold Benjamin Bloch (1886 – 1944), storico francese

DAL LABORATORIO di MARMO a COMMERCIALE delle ECCELLENZE

DAL LABORATORIO di MARMO a COMMERCIALE delle ECCELLENZE

Quando conosci delle persone che vivono appieno ciò che provano, non smetti di pensarci e di stimarle!

I Valori a cui facciamo riferimento, la coerenza di testimoniarli, con un’innata capacità di adattarsi e cambiare pur mantenendo la barra su di essi è un talento!

PARLARE IN PUBBLICO - 1° ingrediente per essere convincenti: INTENTO

PARLARE IN PUBBLICO - 1° ingrediente per essere convincenti: INTENTO

Il mio intento, con questi brevi articoli, è condividere quello che ho sperimentato e appreso in questi anni.

Intravedere il "disegno" nella vita e nel lavoro, in quello che ci accade è veramente difficile! Forse lo riusciamo a riconoscere a posteriori guardando indietro, raramente nel presente, pochissimi riescono a farlo verso il futuro. E' un fatto che alcune regole matematiche dominano la Natura, e quindi anche noi umanoidi, come per esempio la legge della gravità o la teoria dei frattali e molte altre. 

FELICITA' per tutti ?

FELICITA' per tutti ?

Essere persone felici, che significa?

Come si fa ad essere felici?

La felicità è di questo Mondo?

PARLARE IN PUBBLICO - 2° ingrediente per essere convincenti: FIDUCIA

PARLARE IN PUBBLICO - 2° ingrediente per essere convincenti: FIDUCIA

Conquistare la fiducia di chi ti ascolta ...

La FIDUCIA che ricevi ha le sembianze di un brivido che ti corre lungo la schiena mentre parli.

Se le persone che ti ascoltano ti seguono lo capisci dagli sguardi, da come sono seduti e/o stanno in piedi, da come mettono le braccia, dal brusio in sala, da come le persone reagiscono alle tue domande. La "magia" che si instaura con il tuo pubblico che duri 15 secondi o 2 ore (come in un concerto) l'oratore la percepisce, quasi sempre anche chimicamente: adrenalina ed endorfine, che scorrono nelle sue vene!

il LEADER HYBRIS

il LEADER HYBRIS

«Hybris è oggi tutta la nostra posizione rispetto alla natura [...] hybris è la nostra posizione di fronte a Dio [...]

PARLARE IN PUBBLICO - 3° ingrediente per essere convincenti: EMOZIONA

PARLARE IN PUBBLICO - 3° ingrediente per essere convincenti: EMOZIONA

Emozionare il pubblico, una delle chiavi per il successo, per qualsiasi dialogo o relazione.

il LEADER TRICKSTER

il LEADER TRICKSTER

Il Leader è più furbo di una Volpe!

Ma chi è un Leader Trickster? Che significa essere Trickster?

PARLARE IN PUBBLICO - 4° ingrediente per essere convincenti: ESSERE BREVI

PARLARE IN PUBBLICO - 4° ingrediente per essere convincenti: ESSERE BREVI

Un discorso Frutta & Verdura!

Essere brevi, sintetici, colorati di tonalità intensa, denota sicuramente personalità e carattere. 

IL VENTO SOFFIA SEMPRE - REINVENTARSI NEL LAVORO

IL VENTO SOFFIA SEMPRE - REINVENTARSI NEL LAVORO

Molti articoli, autori, "esperti" parlano solo di giovani, io vorrei parlare degli over 50.

Chi ha perso il lavoro, lo sta perdendo o lo vuole cambiare. Lo stato non ha una politica adeguata - a mio avviso - per queste persone. Soprattutto non da supporto. 

Senza anziani saggi una società non cresce!

PARLARE IN PUBBLICO - 5° ingrediente per essere convincenti: METAFORA

PARLARE IN PUBBLICO - 5° ingrediente per essere convincenti: METAFORA

Le metafore, in un discorso, hanno un'azione simbolica!

La metafora è un'evocazione di un rito o una situazione, anche senza averla direttamente vissuta! Come sostiene Byung Chul Han, senza rimpianto, i riti e conseguentemente le metafore che li evocano «creano una comunità senza comunicazione, mentre oggi domina una comunicazione senza comunità».