BUBU7 - 7 INIZIATIVE PER MANTENERE LA LEADERSHIP GRAZIE A KANBAN

BUBU7 - 7 INIZIATIVE PER MANTENERE LA LEADERSHIP GRAZIE A KANBAN

Sei nel dilemma? Stai pensando a quali iniziative intraprendere per mantenere la tua leadership ? O rilanciare il settore in cui operi o l'attività in Azienda ? 

Impara e Utilizza Kanban Method di David Andesrson.

Bubù settete è anche chiamato Gioco del cucù, essendo il movimento dell’uccellino che fuoriesce dalla casetta dell’orologio a pendolo, comportamento simile di quando con le mani si nasconde il viso agli occhi di un bambino per poi rivelarne il sorriso e l'eco delle consonanti che prima erano precedute da un "bubu". Pare che l'origine del gioco onomatopeico sia degli antichi Etruschi.

Per mantenere la leadership nel tuo settore ti propongo di iniziare un nuovo "gioco": addentrarti, incuriosirti, imparare e utilizzare Kanban Method. Per farlo puoi percorrere almeno 7 esercizi con costanza e determinazione, ad ognuno verrà dedicato un breve articolo:

  1. smetti di controllare ciò che non puoi
  2. cambia strategia con coerenza, in funzione degli errori e del nuovo che avanza
  3. fa piani a medio e lungo periodo, monitorando il breve
  4. incolpa il "resto del mondo" quanto basta per metterti a fare tu le cose giuste
  5. guarda oltre, non dispiacerti per troppo tempo per quello che hai fatto
  6. una Kanban Strategy board
  7. una festa per celebrare i risultati

I primi 3 esercizi sono veramente importanti, direi indispensabili:

1) Mantenere la Leadership significa concentrarsi sulle cose che possiamo controllare e smettere di farlo su quelle che non possiamo.
Quando ci troviamo di fronte a una sfida o un problema, crediamo di doverlo risolvere al 100% e da soli; i leader resilienti non hanno difficoltà a chiedere aiuto e a valutare le proprie competenze e capacità. Se applichiamo la legge di Pareto è sufficiente risolvere un problema al 20% per dare un gradiente di miglioramento all'80%, in particolar modo se i problemi sono molto complessi o grandi è chiaro che non potete risolverli da soli o, addirittura, non sono risolvibili. Un leader non inizia mai a risolvere un problema attribuendo la colpa ad altri. Molti problemi per essere risolti hanno bisogno del contributo di molte persone e spesso non è il leader che specificatamente lo risolve. Se alcuni problemi non sono di per se risolvibili, vanno o accettati o circumnavigati. Il leader non deve controllare tutto, ma solo ciò che è importante o urgente (per esempio utilizzando la matrice di Covey o di Eisenhower). Il leader esegue del micromanagement solo come test o verifica o passione per alcune competenze specifiche che lo hanno portato ad essere quello che è. Mantenere la Leadership significa saper delegare, non il ruolo, ma l'esecuzione: il sistema vince con leader che delegano nel modo giusto alle persone giuste.

2) Mantenere la leadership significa non ripetere gli stessi errori e le stesse attività troppe volte, aspettandosi risultati diversi.
Se un Leader si trova ad affrontare o tentare di risolvere più volte lo stesso problema, allora... "gatta ci cova". Se decido di andare in palestra, ma ancora una volta mi trovo seduto nel divano di fronte alla televisione, forse la questione non è ben posta! Oppure, "perché finisco sempre per non fare quella cosa che mi ero promesso e ripromesso di fare?" Se mi arrabbio sempre sulle stesse cose e sono frustrato per la mancanza di disciplina del mio gruppo, devo cambiare prospettiva. Sanno esattamente cosa devono fare? Hanno gli strumenti? Abbiamo concordato le policy per come fare le cose? Mantenere la Leadership significa creare un framework coerente (Kanban Method).

3) Mantenere la Leadership significa pianificare: non aspettarti risultati immediati.
Tutti oggi vogliono tutto e subito, compresa la gratificazione immediata. Vogliono risultati immediati, soddisfazione immediata. Tutti sono convinti che non si debba perdere tempo, che il tempo è denaro, quindi tutti non vogliono perdere tempo. Il Leader resiliente sa che la pazienza è uno dei suoi punti di forza; sa mantenere gli obiettivi a medio e lungo termine, sapendo che ci vuole tempo e sforzi per raggiungerli; per arrivarci bisogna monitorare il presente, nel quale il progresso non è sempre evidente, ovvio o immediato. Mantenere la leadership significa tracciare, monitorare ed eseguire piccoli passi, piccole vittorie che hanno un effetto moltiplicatore sui risultati a medio e lungo termine.

Proseguendo nella carrellata delle priorità non possiamo dimenticare che:

4) Mantenere la Leadership significa non passare molto tempo a incolpare gli altri per quello che accade.
Probabilmente ci siamo passati tutti, ci arrabbiamo, incolpiamo qualcun'altro, qualcos'altro... il Mondo. E poi? Il Leader che incolpa sempre gli altri e le loro attività per le scelte sbagliate altrui, non si assume la responsabilità di far parte di una squadra. Questi Leader in realtà non si stanno assumendo la responsabilità e la paternità dei propri errori. Trovano modi e ragioni per incolpare altri attribuendo a loro la responsabilità di ciò che accaduto. Chi tende ad incolpare il capo, i colleghi, il coniuge e il clima NON è un Leader; riescono a dar colpa anche al cibo che hanno mangiato e non la responsabilità a loro che l'ha ingurgitato! Mantenere la leadership significa mantenere la consapevolezza ad un ottimo livello.

5) Mantenere la Leadership significa non passare molto tempo a commiserarsi e a dispiacersi per se stessi. Tutti abbiamo alti e bassi .. in tutti i periodi o fasi della vita. Alcuni periodi sono piuttosto cupi, e va bene piangere ed essere tristi…. Ma non va bene pensare considerare quello stato permanente. Se sei in modalità vittima per la maggior parte del tempo non sei un Leader. Se pensi che i tuoi problemi siano più importanti di quelli di tutti gli altri, non sei un Leader. Se credi che il mondo non sia giusto e hai difficoltà a cercare di essere grato per tutto ciò che hai e per ciò che c'è, la tua Leadership è gravemente minacciata e non ci sarà mai nulla di giusto. Un leader resiliente si mantiene positivo nelle avversità e crea proattività: azioni positive, anche nel poco!

Infine, tutto questo ha un senso, se ne faccio almeno altre due tappe di riflessione:

6) la prima è quella di visualizzare in una Kanban Strategy Board, la visione dei 5 punti precedentemente elencati. Ciò mi consente di creare Leadership in aziende sostenibili con leader consapevoli di ciò che accade, mentre accade, qualsiasi cosa stia accadendo. Gestire prassi, flussi e processi sono atti di mantenimento della Leadership, grazie a procedure sensate e volte al miglioramento della performance individuale e di team.

7) se il leader non si fa supportare nel predisporre un piano di comunicazione e marketing su ciò che sta facendo, manca di riconoscimento verso se stesso e verso il proprio team: premiarsi, premiare e far festa è una delle qualità che il leader sa esercitare per mantenere la leadership: il leader esiste solo se è conosciuto!

Buona leadership a tutti con Kanban Method!

 

 


Stampa   Email

Leggi anche