MANTENERE LA LEADERSHIP CON KANBAN? 5) non lamentarti, guarda oltre e agisci

MANTENERE LA LEADERSHIP CON KANBAN? 5) non lamentarti, guarda oltre e agisci

5° esercizio per utilizzare Kanban Method per mantenere la Leadership

GUARDA OLTRE ! A VOLTE GLI SPECCHI CI INGANNANO, FAI COME IL MARTIN PESCATORE: guarda attraverso!

«Guardare oltre» è una metafora, nella vita e nel lavoro a volte siamo troppo dispiaciuti per quello che è successo e il tempo passa! Ci aggrovigliamo nel dolore o nel tormento per quello che è successo! Accettare il dolore, riflettere, ricevere e dare Feedback, anche se è chiaro che il leader non può piangersi addosso, deve rimboccarsi le maniche e - dopo un'adeguata riflessione e pausa - AGIRE ! Dalle azioni diranno chi siamo, da cosa facciamo (e i risultati conseguenti) sapremo se abbiamo intrapreso la giusta direzione.

Nelle puntate precedenti, iniziando dal post di apertura, abbiamo cercato di esplorare alcuni esercizi per mantenere la leadership.

La Kanban Board è l'anello centrale per farlo e in particolare, per guardare oltre. Visualizzare predice, aiuta la simulazione di ciò che può accadere, guardare il flusso delle cose e delle attività ci conferma se la diga ci fermerà o l'acqua arriva al mare. Tutto serve, nulla è indispensabile, anche se prevedere - più accuratamente possibile - come andranno le cose, è la cosa più difficile in assoluto, metaforizzando il premio Nobel per l'Economia P. Krugman, possiamo dire che: "è facile individuare i correttivi necessari a babbo morto!".

Mantenere la Leadership significa celebrare il lutto di un evento negativo (un errore, un fallimento, una chiusura) quanto basta; il tempo necessario per aver imparato la lezione e guardare oltre: trovando nuove soluzioni percorribili. Commiserarsi e dispiacersi non serve a un gran che, ne a noi stessi, ne agli altri. Se perseveriamo, allora la musica cambia e il primo segnale è: se pensiamo delle cose, ne diciamo delle altre e ne realizziamo delle terze! Questa onestà intellettuale il leader la deve avere.

Ma perché abbiamo così tanto bisogno di leader? Perché a volte fa più il palcoscenico, che la sostanza? L'umanità e il genere umano sta perdendo la bussola? In tempi di pandemia e di futuro incerto capita spesso di guardare indietro e riguardare a quando, negli anni ottanta andavano di moda i bioritmi, per poi accorgersi che le stagioni erano cicliche da sempre. Anche la vita dell'essere umano è ciclica, in tutte le cose e noi stessi abbiamo alti e bassi ... Se alcuni periodi sono cupi, e va bene accettare il dolore ed essere tristi…. non è salutare pensare che resteranno per sempre così. L'esercizio che ho trovato più efficace è tenere traccia, segnare e scriversi per esempio in un diario per 30 giorni quello che facciamo giorno per giorno (tutto veramente tutto), rileggerlo dopo trenta o più giorni porterà delle sorprendenti scoperte, specie se aggreghiamo i dati e le informazioni raccolte. La vita a volte ci aspetta, dietro l'angolo, e ci può sorridere o intristire, il leader resiliente considera quella situazione, mai come uno stato permanente. 

Tempo fa era usuale scandire il ruolo tra vittima o carnefice! Sia in una dinamica personale che lavorativa. L'esperimento all'università di Stanford, ci dice che tutti possono trasformarsi in carnefici e che senza una scelta consapevole l'istinto di sopravvivenza ci consegna delle sorprese come emerge dal link in calce.

Sia che siamo in modalità vittima o carnefice se decidiamo di cambiare è importante condurre l'esercizio descritto sopra per 30 giorni: a) osserviamoci, b) dopo 30 gg, aggreghiamo per aree omogenee i dati e le informazioni, individuando i giorni tipo (per esempio a livello settimanale: lunedì, martedì, etc.) andando ad individuare le modalità più performanti e decidendo qual'è la giornata tipo migliore, scegliendo almeno 2 giornate e scegliere come vogliamo essere, c) sperimentare quella direzione per almeno altri 30 giorni segnando i risultati. In questo modo stiamo facendo la nostra Kanban Board personale: Personal Kanban, in una normale e semplice agenda!

Nella retrospettiva che faremo, i colli di bottiglia, gli errori o i miglioramenti ci appariranno più evidenti, a noi la scelta di intraprenderli.

Tutti hanno problemi, tutti consideriamo i nostri più importanti di quelli degli altri; il leader con la Kanban Board decide di mettervi mano. Sia che crediamo che il mondo sia giusto o ingiusto; sia che ci sia facile rendere grazie per ciò che abbiamo o essere arrabbiati per quello che ci manca la nostra Leadership è gravemente minacciata se nel dolore, nella depressione, nell'errore troviamo quell'elemento di riscatto positivo all'avversità che genera proattività: azioni concrete che ci facciano muovere, anche di poco!

Buona leadership a tutti con Kanban Method!

Bibliobreve: esperimento di Stanford

foto


Stampa   Email

Leggi anche